Archivio di luglio 2010

E..state in salute a Novafeltria

E…STATE IN SALUTE
XI edizione
4 esplosivi GIOVEDI’ SERA a NOVAFELTRIA

15 – 22 – 29 LUGLIO e 6 AGOSTO 2010

Ore 18-24
Dalle ore 19, stands gastronomici

E…STATE IN SALUTE !
E’ con questo augurio che l’Amministrazione Comunale di Novafeltria invita, anche quest’anno, alla manifestazione (XI ed.) organizzata all’insegna di tutto ciò che può aiutare la persona a vivere più serenamente ed in armonia, a livello personale e sociale: alimentazione sana, estetica, cura di sé, medicina naturale, arte e artigianato….
Quattro serate, quindi, da passare piacevolmente immersi in una calda atmosfera estiva ricca di stimoli, di nuove conoscenze ed opportunità, di amici da incontrare.

Un ricco programma di iniziative finalizzato a realizzare, nei quattro giovedì, delle serate di festa, con stands specializzati sui temi del benessere, concerti, dimostrazioni dei diversi sport, degustazioni di prodotti tipici e vini delle colline romagnaole.
Con E…STATE IN SALUTE, l’Amministrazione Comunale intende anche potenziare e valorizzare il ruolo commerciale e di centro servizi di Novafeltria per tutta la vallata.

Grande attesa, dunque, per l’apertura della undicesima edizione di E…STATE IN SALUTE, che avrà luogo GIOVEDI’ 15 LUGLIO (dalle ore 18,00 alle ore 24,00) con il seguente programma:

> giovedì 15 luglio

ore 20.30 – via Mazzini
Saggio – Concerto degli allievi dell’Accademia Musicale Luigi Bianchi

ore 21.00 – Chiesa di Santa Marina
Inaugurazione mostra di sculture e ceramiche di Paolo Laghi
Drink in musica
(apertura mostra dal 15 al 22 luglio, ore 20.30-23.30)

ore 21.30 – via Mazzini (palazzo Lombardini)
Degustare in…salute – I sommelier propongono degustazioni in musica con prodotti tipici e vini delle colline romagnole

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Sport…in salute
a cura dell’ASD Polisportiva Valmar

ore 21.30 – via Mazzini
Prova di tiro con l’arco a premi
a cura dell’ASD Arcieri del Montefeltro

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Trebbiatura….in festa
Dimostrazione dell’antica “battitura” del grano, musica e balli

ore 22.30 – piazza V.Emanuele
Musica Ritagli di tempi

E…STATE IN SALUTE proseguirà il 22, 29 luglio e 5 agosto, con il seguente programma:

> giovedì 22 luglio

ore 20.30 – via Mazzini
Musica Duo Bucolico
ore 21.30 – via Mazzini (palazzo Lombardini)
Degustare in…salute – I sommelier propongono degustazioni in musica con prodotti tipici e vini delle colline romagnole

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Sport…in salute
a cura dell’ASD Polisportiva Valmar

ore 21.30 e ore 22.15 – piazza V.Emanuele
Spettacolo Danza del Leone a cura dell’Accademia Kung Fu di Damiano Bianconi

ore 21.30 – via Mazzini
Prova di tiro con l’arco a premi
a cura dell’ASD Arcieri del Montefeltro

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Balli a cura degli allievi della Scuola di danza Edgard Degas Novafeltria

> giovedì 29 luglio

ore 20.30 – via Mazzini
Musica Canzoniere della Valmarecchia

ore 21.30 – via Mazzini (palazzo Lombardini)
Degustare in…salute – I sommelier propongono degustazioni in musica con prodotti tipici e vini delle colline romagnole

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Sport…in salute
a cura dell’ASD Polisportiva Valmar

ore 21.30 – via Mazzini
Prova di tiro con l’arco a premi
a cura dell’ASD Arcieri del Montefeltro

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Nel primo anniversario del passaggio di Regione
Comuni al traguardo
arrivo delle staffette dei maratoneti che partite dai 12 Comuni della Valmarecchia si riuniranno nella piazza centrale di Novafeltria per la cerimonia della Valmarecchia unita
Musica e animazione D.J. PIGI di Radio Bruno

ore 22.00
Gara podistica – circuito centro storico Novafeltria

> giovedì 5 agosto

ore 20.30 – via Mazzini
Musica Ruben Rojo Y Pennabilli Social Club

ore 21.30 – via Mazzini (palazzo Lombardini)
Degustare in…salute – I sommelier propongono degustazioni in musica con prodotti tipici e vini delle colline romagnole

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Sport…in salute
a cura dell’ASD Polisportiva Valmar

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Spettacolo Danza del Leone ed esibizione di Kung Fu a cura dell’Accademia Kung Fu di Damiano Bianconi

ore 21.30 – via Garibaldi
Gara in notturna di tiro con l’arco
a cura dell’ASD Arcieri del Montefeltro

ore 21.30 – piazza V.Emanuele
Serata conclusiva Festival della Valmarecchia
Presenta Luca Veneziano, direttore artistico dell’Associazione Titanus che ha organizzato l’evento con il patrocinio dei Comuni dell’Alta Valmarecchia

Tutti i giovedì

Stands gastronomici – dalle ore 19.00 – a cura di: La Bottega della carne, Trattoria Savina “da Checco”, Pizetapi, Cantori Romina

Mostra – mercato artigianato artistico e tradizionale

Mercato serale

Degustazione in musica di vini e prodotti tipici, a cura dell’Associazione Italiana Sommelier-Montefeltro, in collaborazione con l’Associazione Voci nel Montefeltro e il Consorzio Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini.

Musica

­­­­­Terme di Monte Grimano

Pitinum thermae di Macerata Feltria

Erbavita di Montegrimano

Domus Medica Novafeltria

SSD Arcieri del Montefeltro

ASD Polisportiva Valmar
______________________

E…STATE IN SALUTE è organizzata dal Comune di Novafeltria e dalla Pro Loco di Novafeltria, con la collaborazione dei commercianti e artigiani di Novafeltria, della Provincia di Rimini, della Comunità Montana Alta Valmarecchia e con il contributo di sponsor privati.

Info: Comune di Novafeltria – ufficio urp – tel. 0541 845619
e-mail: info@comune.novafeltria.pu.it
www.comune.novafeltria.pu.it

Comunicato stampa del Comune di Novafeltria - Assessorato alla Cultura e Turismo

Share on Facebook

Mostra dell’antiquariato a Pennabilli

antiquariato pennabilliDal 9 luglio fino al 25 luglio 2010, si svolgerà  nel borgo medievale di Pennabilli, in provincia di Rimini, la 40° edizione della mostra mercato internazionale dell’antiquariato Città di Pennabilli. Nell’elegante cornice di palazzo Olivieri, 40 espositori provenienti da tutta Italia e da alcuni paesi europei come Belgio, Svizzera e Francia, proporranno al pubblico una varietà dell’attuale mondo dell’antiquariato italiano e estero. La mostra mercato è articolata su tre piani: fra gli stand degli espositori, sarà possibile ammirare mobili di altra epoca, sculture, dipinti, gioielli, ceramiche, icone, stampe e oggetti di arredamento, tutti prezzi unici, selezionati e garantiti, che coprono un arco di tempo che va dal X secolo a.c. ai primi anni del XX secolo.

Ma non si fermano qui le novità proposte dalla 40° edizione della mostra: nel corso della rasegna, aprirà al pubblico la mostra evento  “Arte, amore, armonia; da Modigliani a Warhol“, che raccoglie circa 100 opere dei grandi maestri del ’900 italiano e della Pop Art americana, provenienti dalla collezione Rosini Gutman di Riccione. Con questa mostra si rinsalda ancora di più il legame fra la città di Pennabilli e l’arte antica e moderna, che fa sì che Pennabilli si confermi ancora una volta la  “capitale della bellezza”, così come è stata definita da Tonino Guerra, artista, poeta, sceneggiatore, che ha fatto del borgo romagnolo la sua patria elettiva, collaborando nell’organizzazione della mostra come ospite e amico. L’evento, che lo scorso anno ha registrato 10.000 presenze, prevede ogni anno un ricambio degli espositori di circa il 25% fra antiquari che sono una presenza consolidata da anni, gente che ritorna e che si affaccia sul palcoscenico della mostra per la prima volta. Con la sua variegata e ricca offerta merceologica, la rassegna rappresenta un’occasione importante e unica per i collezionisti e gli appassionati del settore, che qui possono trovare ed acquistare mobili e oggetti di alto valore estetico e di sicuro investimento nel tempo.

La mostra antiquaria che si tiene nella città di Pennabilli- ha detto Giuseppe Giannini, curatore della mostra-, è cresciuta molto, sia per la qualità degli espositori presenti, sia per il numero dei visitatori. In 40 anni di attività, la manifestazione si è ricavata un suo spazio ben definito, conquistando il riconoscimento di essere diventata col tempo un appuntamento di qualità nel panorama del mercato nazionale“.
Per ammirare dal vivo questa splendida manifestazione,  soggiornare negli agriturismi Pennabilli è la soluzione ideale. Se invece state trascorrendo le vostre vacanze negli alberghi a Rimini, pochi km di auto e arriverete in questo stupendo borgo medievale.

Share on Facebook

Sagra del cinghiale a Maciano

Torna anche quest’anno la manifestazione ideata dai cacciatori dell’Associazione 7 Borgate Macianesi, la Sagra del Cinghiale di Maciano. La piccola frazione di Pennabilli ospita i prossimi 17 e 18 luglio per la decima edizione il succulento appuntamento con i piatti a base di cinghiale: pappardelle, cinghiale al salmì o cotto in bistecche. Il tutto accompagnato da stand gastronomici, musica con le orchestre di David Pacini e Patrizia Ceccarelli, giochi e animazioni per bambini e una mostra di cani da caccia. L’appuntamento con una delle sagre in Romagna più attese è per il terzo weekend del mese di luglio.

Share on Facebook

La provincia di Rimini e il suo entroterra

Il progetto è decisamente ambizioso: diversificare l’offerta turistica della provincia di Rimini e di conseguenza  fare del nostro entroterra un soggetto autonomo che brilli di luce propria rispetto al turismo balneare che ha caratterizzato da sempre la nostra costa. E’ questa la strada che sta percorrendo la provincia di Rimini e nella fattispecie il suo assessore al turismo, il riccionese Fabio Galli.

Recentemente sono entrati a far parte della provincia riminese  i sette comuni dell’Alta Val Marecchia - che prima facevano parte della provincia di Pesaro – e questo è un fatto sicuramente importante, perchè ha permesso alla provincia di allargare i propri confini territoriali con conseguenze credo positive per il nostro sistema nel suo complesso. Pur con tutti i problemi, s’intenda, che comporta l’integrazione fra le due realtà, processo che è ancora in via di definizione. L’entrata dell’Alta Valmarecchia conferisce altresì un paesaggio alpino-appenninico a una provincia che è sempre stata considerata a vocazione balneare. Questo fatto è testimoniato anche dalla presenza di lupi, cinghiali e caprioli nell’ambito del territorio della Valmarecchia.

La vecchia provincia di Rimini contava circa 280.000 abitanti, dei quali  all’incirca la metà vivevano nel territorio comunale di Rimini. Per spiegare in modo dettagliato e esauriente questa situazione, farò ricorso ad una frase che l’ illuminista napoletano Gaetano Filangeri pronunciò sulla città di Napoli, paragonandola al resto delle Due Sicilie. “Una grande testa in un corpo gracile“. Tra l’ altro la Valmarecchia piaceva molto all’”empereur” Napoleone Bonaparte che la considerava una delle vallate più belle del mondo.

Questo paragone si confà perfettamente con la situazione della nostra provincia. L’ingresso dei comuni dell’alta Val Marecchia se non altro è servita a irrobustire il corpo assai gracile che caratterizzava il territorio della vecchia provincia di Rimini. Però questo irrobustimento comporta delle scelte che non sono più ineludibili, riferite anche alla mutata realtà. Il peso politico della città malatestiana, dei centri della costa, del turismo balneare e degli hotel Rimini in tale ottica, andrà progressivamente a scemare nel tempo favore di una maggiore perequazione nell’ambito del sistema provincia nel suo complesso. Insomma la Valmarecchia non può essere considerata come una mera appendice della provincia di Rimini, bensì parte integrante di essa. Penso che ricaveremo dei vantaggi, non tanto per il numero di abitanti che l’Alta Val Marecchia ci porta, ma soprattutto per una questione essenzialmente legata all’estensione territoriale, che è la logica conseguenza dell’ingresso della vallata in provincia. Questo ci consente di progettare in modo diverso la nostra strategia legata al turismo. Più si allargano gli spazi e più si sta bene, è un vantaggio, una convenienza per tutti.

Nell’ambito dell’ assestamento del bilancio regionale, sono previste, ha dichiarato l’assessore Galli, ”risorse aggiuntive per accelerare l’integrazione tra Rimini e la Valmarecchia“. Sempre l’assessore Galli,  ha calcolato in “300.000 euro” lo stanziamento aggiuntivo tra risorse per uffici Iap, cura del materiale turistico e sostegni ai vari eventi dell’entroterra.

Però la scarsità di risorse a disposizione, frena in certo senso le ambizioni legittime dell’assessore provinciale Galli, in un’ottica di integrazione fra le vallate del Conca e della Valmarecchia, nel senso che non si possono lasciare soli gli altri comuni che facevano parte della vecchia provincia, si attende perciò che l’opera di transizione sia completata riferita al passaggio dei comuni dell’alta Valmarecchia nella provincia di Rimini.

Questo naturalmente presuppone la possibilità di disporre di risorse adeguate erogate dallo stato centrale e della regione per equilibrare in modo armonico le esigenze dei vecchi comuni dell’entroterra della provincia di Rimini, facenti parte della Valconca e della bassa Valmarecchia, con i nuovi comuni appena entrati dell’Alta Valmarecchia.

Share on Facebook
Foto Gallery Pennabilli